Workshop “Progettare IN-Formazione”. Metodi, tecniche d’aula e responsabilità professionali.
Workshop

scarica il programma Scarica il programma

Questo workshop nasce dalla volontà di creare degli spunti di riflessione da approfondire con l’omonimo Minimaster che verrà organizzato in Calabria nell’anno 2020 e sarà caratterizzato da momenti teorici che esperienziali e pratici comprendenti 600 di stage nell’ambito dello staff dei formatori AIASF. Lo stage potrà essere svolto, a seconda delle esigenze dei stagisti, sia in presenza che in modalità Skipe o on- line. Durante il workshop “Progettare IN-Formazione”- Metodi, tecniche d’aula e responsabilità professionali-…..in attesa del Mini MASTER…… la finalità sarà quella di creare degli spazi di conoscenza e comprensione dei metodi e delle tecniche della progettazione formativa affrontata a 360 gradi ovvero la trattazione, in chiave teorica e attraverso la proposta di una formazione esperienziale, che verterà sui seguenti argomenti: – la contrattazione commerciale con l’Ente Committente (pubblico o privato); –  “come” ci presentiamo nella trattativa commerciale e nella promozione dell’evento; – progettazione formativa; –  presentazione in aula del corso Nel corso del workshop “Progettare IN-Formazione”- Metodi, tecniche d’aula e responsabilità professionali-…..in attesa del Mini MASTER……verrà fatto esplicito riferimento anche ai valori e principi contemplati nel Codice Deontologico con particolare riguardo ai seguenti Titoli e articoli: Titolo III Capo II Responsabilità dell’Assistente Sociale nei confronti della persona utente e cliente Art 17 e Art 18 Titolo IV Responsabilità dell’Assistente Sociale nei confronti della società Capo I Art 36 Art 37 Art 38 Art 39 Art 40 Titolo V Responsabilità dell’Assistente Sociale nei confronti di colleghi e altri professionisti Capo I Art 41, Art 42, Art 43 Titolo VII Responsabilità dell’Assistente Sociale nei confronti della professione Capo I Art 52, Art 53, Art 54, Art 56 Obiettivi Generali: Introdurre i metodi e gli strumenti di osservazione e mappatura, della ricerca-azione, dell’intervento programmatico, i criteri di progettazione e gestione, quali strumenti indispensabili per la conoscenza delle relazioni tra la funzione formazione e le altre leve e funzioni organizzative con le quali il formatore si trova ad interagire. Obiettivi Specifici: – offrire “le prime pillole” per iniziare a sperimentarsi in un ambiente protetto come formatore sia in modalità individuale che collettiva; –  ragionare sull’aspetto deontologico della formazione sia verso il cliente che nei confronti della comunità professionale e della società finalizzata al benessere sociale Destinatari: assistenti sociali e altri professionisti interessati all’argomento Data: 3 Dicembre 2019 Luogo: Cosenza, Via P. Colletta 4 c/o sede ISAS

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*