FARE COSE CON LE PAROLE
L’intervento sociale trasformativo nei servizi alla persona e alle famiglie: il Counselling Biografico Dialogico©

scarica il programma Scarica il programma

Roma – Via Giacomo Puccini, 9 

La proposta di formazione che si presenta ha l’intento di costruire competenze in merito all’adozione di un modello teorico e operativo condivisibile per la consulenza sociale, pertinente al campo di applicazione in cui si opera, in grado di incrementare efficacia ed efficienza dell’intervento sociale e il suo potenziale di efficacia trasformativa, secondo quanto definito dalla misssion dell’assistente sociale («agente di cambiamento» nelle «vite delle persone e delle comunità»). All’interno del modello operativo di riferimento proposto (modello dialogico–interattivo), l’obiettivo dell’“operatore” diviene quello di gestire le implicazioni che coinvolgono l’utente, al fine di innescare processi di gestione della situazione in un cui si trova coinvolto, che tengano conto sia delle esigenze dell’utente diretto, siadelle condizioni che il contesto sociale presenta in un certo territorio. In altri termini, ciò che viene generato durante l’intervento non ha soltanto lo scopo di “risolvere” la situazione critica che ha portato all’attivazione del servizio, ma di assolvere, in ultima analisi, alla soddisfazione dell’intero Sistema–Paese in cui l’utente è inserito. Questo trova diretto riferimento nella metodologia con cui verrà erogata l’attività di formazione, in quanto si pone come strumento di intervento non tanto la ricerca della risposta alla domanda “perché” degli accadimenti osservati, bensì la descrizione dei processi che generano la realtà “abitata” da tutti gli “attori” coinvolti e quindi la dimensione “gestionale” del consulente dialogico, come esperto su come viene generata la realtà con le sue ricadute pragmatiche e quindi su come possa essere trasformata la sua configurazione. Il progetto formativo si pone propedeutico ad attività di supervisione nella fase di follow–up. Il formatore offrirà la possibilità di una supervisione a mezzo skype, email e telefono per supportare l’applicazione operativa della metodologia nel lavoro sul campo degli assistenti sociali.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*