Emersione e sostegno delle vittime di tratta ai fini dello sfruttamento sessuale
Il caso delle donne nigeriane


Obiettivi del corso: I cambiamenti geo-politici ed i conseguenti conflitti armati presenti nello scenario mondiale, oltre a fattori economici e sociali svantaggiati per le popolazioni di specifiche aree del mondo, continuano ad incrementare in maniera significativa gli spostamenti migratori di un numero sempre maggiore di persone. Tale scenario crea le condizioni fortuite per il proliferare di reti criminali internazionali di trafficanti, pronte ad approfittarsi delle particolari condizioni di vulnerabilità in cui versano i migranti stessi. In particolare è possibile osservare come vengano coinvolte giovani donne provenienti da specifiche aree geografiche, come la Nigeria. La tratta a fini sessuali riguardante le giovani donne nigeriane ha tratti peculiari che rendono ancora più difficile l’emersione del fenomeno e la conseguente fuoriuscita dalla condizione di sfruttamento. Lo sfruttamento sessuale è una rilevante minaccia ai diritti umani e alla libertà del genere femminile, in grado di adattarsi alla continua modificazione delle società. Un fenomeno sociale complesso, multiforme, in continua evoluzione, gestito per lo più dalla criminalità organizzata e di cui siamo tutti/e quotidianamente circondati/e al punto da averne quasi perso la percezione. La vastità del fenomeno ne rende concreta e urgente la conoscenza. Il suo contrasto inoltre, vista la complessità, necessita di un approccio multidisciplinare e integrato che collochi al centro la prevenzione e la tutela delle vittime.

Sede: Istituto per gli Studi sui Servizi Sociali ISTISSS Viale di Villa Pamphili, 71c Roma


Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*